spacer  
Aristocrazia
Nobiltà
Istituzioni di Sparta
Il Cinquecento
Il Seicento
  Il Settecento
   L'Ottocento
   Archivio


 
spacer

Aristocrazia

spacer  

 


Marchesa Spinola Doria

Forma di governo nella quale il potere (in greco krátos) è detenuto dai “migliori” (in greco áristos), cioè da coloro che vantano eccellenza di nascita o superiorità intellettuale e morale.
L’aristocrazia degenera in un’oligarchia quando la minoranza al governo opera a proprio esclusivo vantaggio e contro gli interessi della comunità; si distingue dalla monarchia, in cui l’autorità suprema appartiene a una sola persona, e dalla democrazia, in cui la sovranità risiede nel popolo o nei suoi rappresentanti.

Platone:
Il problema politico come problema delle leggi:

Delle tre forme di governo storicamente esistenti, monarchia, aristocrazia e democrazia, ciascuna si distingue dalla corrispondente forma deteriore proprio per l'osservanza delle leggi.

Così il governo di uno solo è monarchia se è retto dalle leggi; è tirannide se è senza leggi. Il governo dei pochi è aristocrazia quando è governato da leggi, oligarchia quando è senza leggi e la democrazia può essere retta da leggi o governata contro le leggi. Il miglior governo, prescindendo da quello perfetto delineato nella Repubblica, è quello monarchico, il peggiore è quello tirannico. Tra i governi disordinati (cioè privi di leggi) il migliore è la democrazia.


Nell’antichità il più celebre esperimento di governo aristocratico fu effettuato a Sparta; in Asia l’esempio più noto è quello della dinastia giapponese Fujiwara. L’indagine storica e sociologica ha poi impiegato il termine in riferimento al ceto nobiliare dell’epoca feudale e di quella moderna. Nell’uso corrente si definisce aristocratico un gruppo privilegiato in qualsiasi contesto sociale, economico o culturale.


NOTES




HOME || STORIA || FILOSOFIA || LIBRI FAMOSI

Curiosità || Articoli || Dal segno alla scrittura ||Tempo libero || What's new