WWW.PARODOS.IT

 
Home   Indice   Scienze   Hawking


La timidezza dipende da differenze nel cervello 

Secondo un nuovo studio, l'accentuata timidezza di alcuni bambini sarebbe causata da profonde differenze nel loro cervello.

I ricercatori della Harvard Medical School hanno utilizzato le immagine ottenute con la risonanza magnetica funzionale (fMRI) per esaminare quegli adulti che da bambini sono stati estremamente timidi.

Gli esami hanno rivelato che quando sono state mostrate loro delle foto di volti non familiari, la loro amigdala, una parte del cervello coinvolta negli stati di vigilanza e di paura, aveva un'attività molto più elevata rispetto agli altri.

Secondo Carl Schwartz e colleghi, "le differenze nel funzionamento del cervello delle persone timide può essere visto, tramite la fMRI, anche due decadi dopo".

Secondo lo psichiatra Ned Kalin, dell'Università del Wisconsin, "grazie a questo studio, stiamo cominciando a capire la fisiologia del cervello associata con la timidezza e l'ansia".

La scoperta è importante perché molti bambini "inibiti" possono sviluppare fobie sociali, anche se Schwartz ha detto che solo una piccola parte di questi bimbi, una volta adulti, ha poi mostrato questo tipo di problemi. "Nella maggior parte dei casi la timidezza è solo una delle tante sfumature della personalità umana", ha concluso.