Institor - Sprenger - Un manuale per la caccia alle streghe
 

Il Malleus maleficarum dei domenicani Sprenger e Institor (nominati da Innocenzo VIII inquisitori della Germania) è il più celebre e diffuso manuale per la caccia alle streghe: ebbe quattordici edizioni fra il 1487 e il 1520 e altre venti fra il 1520 e il 1669.
Il libro è diviso in tre parti: nella prima si definisce la stregoneria, si dimostra la sua esistenza e la sua funesta azione; nella seconda vengono analizzate, in dettaglio, le varie forme di stregoneria e i modi attraverso i quali possono venire combattute (in particolare, attraverso esorcismi); nella terza parte, infine, si parla delle azioni giudiziarie contro la stregoneria (arresti, processi, torture, sentenze e roghi). Nel testo si ritrova chiaramente l'identificazione fra la stregoneria e la donna. Si è osservato che le donne rappresentano la stragrande maggioranza delle persone portate in giudizio per stregoneria. La caccia alle streghe rappresentò il culmine dello spirito antifemminista e sessuofobico, da secoli radicato nella cultura ecclesiastica: il sesso viene dal diavolo e la donna è il suo ministro nell'opera di tentazione.
 

Al processo dovevano partecipare l’inquisitore, la denunciata, il notaio e due testimoni scelti tra gli “uomini dabbene o ecclesiastici”

Perché nel sesso tanto fragile delle donne si trova un numero di streghe tanto maggiore che fra gli uomini? E non serve a niente addurre argomenti in senso contrario, perché è la stessa esperienza, oltre alle parole e alle testimonianze degne di fede, a conferire una credibilità a queste cose [...].
Vari motivi vengono attribuiti al fatto che si trovino donne più superstiziose degli uomini. Il primo è che tendono a essere credule, e siccome il diavolo cerca sopra tutto di corrompere la fede, le aggredisce di preferenza [...].Il secondo motivo è che le donne per natura a causa della pieghevolezza della loro complessione sono più facilmente impressionabili [...]. Il terzo motivo è che hanno una lingua lubrica; quando sanno qualcosa per le loro male arti è difficile che riescano a nasconderlo alle amiche e, siccome sono deboli, cercano facilmente nelle stregonerie un mezzo per vendicarsi di nascosto [...].
Poiché le donne sono difettose di tutte le forze tanto dell'anima quanto del corpo, non c'è da meravigliarsi se operano molte stregonerie contro gli uomini, che esse vogliono emulare. Infatti, per quanto riguarda l'intelletto e la comprensione delle cose spirituali, esse sembrano appartenere a una specie diversa da quella degli uomini [...]. La ragione naturale è che essa è più carnale dell'uomo, come risulta in molte sporcizie carnali. Si può notare che c'è come un difetto nella formazione della prima donna, perché essa è stata fatta con una costola curva, cioè una costola del petto ritorta come se fosse contraria all'uomo. Da questo difetto deriva anche il fatto che, in quanto animale imperfetto, la donna inganna sempre [...]. Già nella prima donna è evidente che per natura ha minor fede [...]. E tutto questo è già dimostrato dall'etimologia del nome. Infatti, "femmina" viene da "fede" e "meno", perché ha sempre minor fede e la serba meno [...]. Dunque, una donna cattiva per natura, che è più pronta a dubitare della fede, è altrettanto pronta a rinnegarla, ed è questa la caratteristica fondamentale delle streghe [...].
Infine, per quanto riguarda il corpo, bisogna individuare i suoi desideri carnali, da cui derivano infiniti danni per la vita umana [...]. Se non esistessero le iniquità delle donne, anche a prescindere dalla stregoneria, a quest'ora il mondo rimarrebbe libero da innumerevoli pericoli.


Le streghe di Salem

Uno degli ultimi grandi processi per stregoneria fu quello che ebbe luogo a Salem (Massachusetts) nel 1692 (in Europa, già da una ventina d'anni, la caccia alle streghe stava esaurendosi). Di tale processo sono state date diverse interpretazioni: si è parlato di isteria collettiva provocata dal ministro puritano Cotton Mather, si è parlato di turbe sessuali da cui sarebbero state afflitte le fanciulle - tra gli 11 e i 19 anni - che si finsero ossesse (dando il via alla persecuzione), per arrivare, di recente (1974), all'ipotesi di una rivalità socio-economica tra la colonia agricola di Salem Village e il centro mercantile di Salem Town (nel quale vennero poi scoperte le streghe).