Riassunti di libri

Home page





 

 
William Burroughs (St. Louis 1914 - Lawrence, Kansas 1997) : Il Pasto Nudo




Towers Open Fire
1963, UK, 9' 29", Black and White
Cinematography: Antony Balch
Screenplay: William S. Burroughs
Cast: Antony Balch, William S. Burroughs, David Jacobs, Bachoo Sen, Alexander Trocchi


Ambientata a Tangeri, la narrazione presenta le memorie e le allucinazioni dissociate di William Lee, il narratore-protagonista, in preda ai sintomi di astinenza dall'eroina. Nella prima parte viene descritto il mondo sommerso di Lee, e la sua ricerca di esperienze visionarie attraverso la droga. Nella seconda parte, Benway, predomina unimmaginazione allucinata: Tangeri si trasforma nelluniverso irreale e distorto di Interzone, in cui la droga e la dipendenza diventano metafore di satira sociale: tutta l'umanità è vittima di qualche forma di dipendenza, ed è diretta da controllori che manipolano lalgebra dei bisogni fisici per accrescere il loro potere. Il dottor Benway è il simbolo di questo controllo, scienziato che presta le proprie competenze alla creazione di sistemi di controllo più efficienti della violenza coercitiva, in quanto, come lui dice in un passo del romanzo, "Deploro la violenza. E' così inefficiente". Benway dirige il Centro di Ricondizionamento nella Repubblica della Libertà, luogo popolato da Devianti (tossici e criminali), Parzialmente Ricondizionati e Simpatici, ovvero cittadini convinti di essere scimmie. Satira caotica, raccolta di pagine prive di una struttura precisa, schermo sul quale si susseguono le immagini di un mondo infernale. Pubblicato nel 1959 a Parigi dalla Olympia Press, Il pasto nudo è sicuramente il libro più famoso ed importante di William Burroughs. L'autore scivola e si addentra nei meandri della follia, della degradazione e della perversione, per raggiungere alla fine il nulla. La disintegrazione risultante trova il suo equivalente narrativo nel metodo del cut-up, cioè l'applicazione alla scrittura delle tecniche di collage e giustapposizione tipiche di pittura e cinema. Per via di questa originale forma stilistica, il Pasto Nudo venne recepito sia come espressione geniale sia come romanzo-spazzatura, perchè Burroughs lo scrisse senza rispettare gli standard di prosa narrariva, usò l'interruzione dei passaggi, dispose i capitoli "a casaccio" non seguendo altro ordine se non quello del flusso di coscienza. La serie di sketch che compongono l'opera può leggersi in qualsiasi ordine, come Burroughs spiegò nell'introduzione (posta in realtà alla fine, Prefazione atrofizzata): "Potete entrare nel pasto nudo da qualsiasi intersezione". Circa la genesi del libro Burroughs scrisse molto del materiale dell'opera mentre viveva a Tangeri sul finire degli anni cinquanta, mentre i suoi amici Jack Kerouac e Allen Ginsberg erano finalmente diventati famosi in America. Quando questi lo andarono a trovare a Tangeri, lo incoraggiarono a unire tutto il suo materiale sparso in un'opera unica e Kerouac inventò il titolo. E' Burroughs stesso a ricordarlo: "Il titolo mi è stato suggerito da Jack Kerouac. [...] Il titolo significa esattamente ciò che le parole esprimono: pasto nudo - l'istante, raggelato, in cui si vede quello che c'è sulla forchetta". A causa dell'eccessiva esplicità dei contenuti il Pasto Nudo fu oggetto dell'ultimo importante processo per oscenità intentato negli Stati Uniti a un'opera letteraria. Gli editori vinsero la causa a Boston, e nel 1962 infine il libro fu pubblicato anche negli U.s.a.

Beat Generation