PENSIERO FILOSOFICO - LIBRI CONSIGLIATI

    

Augusto Del Noce - Fascismo e antifascismo


Augusto Del Noce (Pistoia 1910 - Roma 1989)

Filosofo italiano. Insegnò storia della filosofia all'Università di Trieste e filosofia della politica all'Università di Roma. Fra le sue opere principali si ricordano: Il problema dell'ateismo (1965), Riforma cattolica e filosofia moderna (1965), L'epoca della secolarizzazione (1970), Il suicidio della rivoluzione (1978), Giovanni Gentile (postumo, 1990).

Del Noce ritiene che l'itinerario della filosofia moderna non si risolva in una progressiva negazione della trascendenza divina, culminante in definitiva nell'ateismo, ma che sia evidenziabile al suo interno un filone alternativo all'ateismo che, muovendo da Cartesio e Pascal, passa attraverso Vico per giungere al filosofo cattolico dell'Ottocento Rosmini.

Fascismo e antifascismo. Errori della cultura

Il testo riprende alcuni saggi del filosofo, scritti negli anni '70. La tesi fondamentale che attraversa questo severo giudizio sulla politica italiana o, meglio, sul ruolo della cultura nella politica è così sintetizzabile: fascismo e antifascismo obbediscono a una medesima logica.

La teoria della prassi e, in particolare, l'inveramento di un marxismo dai caratteri liberali e democratici hanno tagliato le radici ontologiche e morali affidando l'egemonia culturale a un neoborghesismo senza morale e vigore teorico.

il fascismo non fu l'antitesi del marxismo, bensì rappresentò proprio il tentativo di inverare la miscela marx-nietzschiana. "Mussolini intendeva attraverso l'inveramento nietzschiano, recuperare lo spirito rivoluzionario che, nelle mani dei socialdemocratici, si era ridotto ad un «consiglio di prudenza ai rivoluzionari»".




Indice Opere

HOME PAGE

Libri antichi

Nuove uscite

 

2009 - Parodos Filosofia