PENSIERO FILOSOFICO - LIBRI CONSIGLIATI

    

Etienne Gilson - La filosofia nel Medioevo


Etienne Gilson (Parigi 1884 - Cravant 1978)

Filosofo e storico della filosofia francese le cui ricerche sulla filosofia medievale contribuirono alla rinascita del tomismo, dottrina filosofica basata sul pensiero di san Tommaso d'Aquino, nel XX secolo. Gilson fu professore di storia della filosofia medievale alla Sorbona (1921-1932) e al Collège de France. Nel 1929 collaborò alla fondazione del Pontifical Institute of Medieval Studies presso l'Università di Toronto. Fu ammesso all'Accademia di Francia nel 1947.

Oltre a testi di storia della filosofia, scrisse saggi su sant'Agostino, Pietro Abelardo, san Bonaventura, Giovanni Duns Scoto, san Tommaso e Dante. Tra le sue opere più importanti: La filosofia di san Bonaventura (1924), Lo spirito della filosofia medievale (1932; trad. it. 1983), L'essere e l'essenza (1948) e lo scritto autobiografico Il filosofo e la teologia (1960; trad. it. 1966).

La filosofia nel Medioevo

"Per tutto il pensiero occidentale, ignorare il suo Medioevo significa ignorare se stesso."

Pubblicato per la prima volta nel 1922, e diventato subito un classico. La filosofia nel Medioevo è il testamento del più grande storico della filosofia medievale: Étienne Gilson. In queste pagine l'autore racconta quattordici secoli di idee che hanno fatto il mondo e che hanno gettato le fondamenta del pensiero occidentale. Dallo gnosticismo ai Padri della chiesa; da Anselmo di Canterbury alla scuola di Chartres; dall'influenza greco-araba nel XIII secolo alla fondazione delle prime Università. Gilson ripercorre con precisione filologica l'incontro tra la filosofia greca e la rivelazione cristiana. Ritrova le tracce del pensiero arabo ed ebraico. Svela come Tommaso d'Aquino, Alberto Magno, Duns Scoto e Guglielmo di Ockham giunsero alle loro altissime intuizioni. E demolisce uno stereotipo duro da abbattere affermando che "la frattura che si crede di vedere tra un Medioevo pregno di teologia senza filosofia e un mondo moderno tutto impregnato di una filosofia senza teologia non corrisponde alla realtà".

Per Gilson, il pensiero moderno non ha dovuto sostenere una lotta contro il Medioevo per conquistare i diritti della ragione. Al contrario, è il Medioevo che li ha conquistati per l'età moderna. E la prima pratica di una ricerca del vero libera da ogni autorità, anche umana, risale sempre ai pensatori di quest'epoca. La Filosofia nel medioevo è un'appassionata rivalutazione dei secoli bui non solo per la potente volontà divulgativa, ma sprattutto per il calore di un grande racconto umano che invita a "relegare nell'ambito delle leggende la storia di un Rinascimento del pensiero che succede a un tempo di oscurità e di errore".




Indice Opere

HOME PAGE

Libri antichi

Nuove uscite

 

2009 - Parodos Filosofia