ERMETE TRISMEGISTO

Gli Hermetica, ossia gli scritti attribuiti ad Ermete Trismegisto, costituiscono l'espressione della sapienza sorta dall'incontro della cultura greca con quella egiziana. I neoplatonici rinascimentali attribuirono il Corpus Hermeticum non ad autori ellenistici ma a un mitico Ermete Trismegisto che avrebbe dovuto essere vissuto prima di Platone, al tempo degli egizi, ed essere presumibilmente identificato con Mosè. L'argomento di Isaac Casaubon contro l'antichità del Corpus Hermeticum è che, se in questi testi si fossero trovati degli echi di idee cristiane, allora essi sarebbero stati scritti nei primi secoli della nostra era.

Rielaborato da Pico della Mirandola, Ficini, Reuchlin, e cioè dal neoplatonismo rinascimentale e dal cabalismo cristiano, il modello ermetico passa a nutrire gran parte della cultura moderna, dalla magia alla scienza.

Il Corpus Hermeticum è una raccolta di brevi trattati composti nell II secolo ellenistico. Vennero erroneamente attribuiti a Hermes Trismegistus, il "tre volte grande", identificato con Thot, il dio egiziano della sapienza, colui che donò agli uomini l'arte della scrittura. La raccolta comprende 17 scritti. Il testo greco è giunto fino a noi. "Hermes, mio maestro, dialogando spesso con me, sia in privato che talvolta in presenza di Tat, soleva dirmi che coloro che leggeranno i miei libri ne troveranno la composizione semplicissima e chiara, mentre, al contrario, essa è oscura e nasconde il senso delle parole. Inoltre diventerà totalmente oscura, quando successivamente i Greci vorranno tradurre la nostra lingua nella loro: ciò produce un gravissimo stravolgimento degli scritti e la loro reale oscurità." (Corpus Hermeticum, XVI, 1)

PREGHIERA A DIO PADRE
(Corpus Hermeticum, I, 31-32)

(31) Santo è Dio e Padre di tutte le cose.
agios o theos kai patêr tôn olôn.

Santo è Dio, la cui volontà si compie per mezzo delle sue potenze.
agios o theos, ou ê boulê teleitai apo tôn idiôn dunameôn.

Santo è Dio, che vuole essere conosciuto ed è conosciuto dai suoi.
agios o theos, os gnôsthênai bouletai kai givôsketai tois idiois.

Santo sei tu, che per mezzo del Logos hai costituito tutti gli esseri.
agios ei, o logô sustêsamenos ta onta.

Santo sei tu, di cui tutta la natura è immagine.
agios ei, ou pasa phusis eikôn ephu.

Santo sei tu, che la natura non ha formato.
agios ei, onê phusis ouk emorphôsen.

Santo sei tu, più forte di ogni potenza.
agios ei, o pasês dunameôs ischuroteros.

Santo sei tu, più grande di ogni realtà eminente.
agios ei, o pasês uperochês meizôn.

Santo sei tu, superiore ad ogni lode.
agios ei, o kreittôn tôn epainôn.

Tu che sei inesprimibile, indicibile, solo dal silenzio evocabile, ricevi puri sacrifici di pensiero da un'anima e un cuore a te rivolti.
dexai logikas thusias agnas apo psuchês kai kardias pros se anatetamenês, aneklalête, arrête, siôpê phônoumene.

(32) A te chiedo di non errare nella conoscenza della nostra essenza. Ascolta la mia preghiera e dammi forza.
aitoumenô to mê sphalênai tês gnôseôs tês kat'ousian êmôn epineuson moi kai endunamôson me,

Con questa grazia illuminerò coloro che, miei fratelli e tuoi figli, ancora sono nell'ignoranza.
kai tês charitos tautês phôtisô tous en agnoia tou genous, mou adelphous, nious de sou.

Io credo e rendo testimonianza: vado incontro alla vita e alla luce.
dio pisteuô kai marturô eis zôên kai phôs chôrô.

Benedetto sei tu, Padre.
eulogêtos ei, pater.

Il tuo uomo vuole contribuire all'opera di santificazione, nella misura in cui lo hai fatto partecipe di ogni potenza.
o sos anthrôpos sunagiazein soi bouletai, kathôs paredôkas autô tên pasan exousian.