Luigi XIII

 

Ben più che le donne amò gli uomini:

Luigi XIII vide la luce il 27 settembre 1601. Figlio di Enrico IV e Maria de Medici, diventò re nel 1610 a soli 9 anni, dopo l’attentato in cui il padre perse la vita. Maria de Medici tenne la reggenza fino al 1617 con l’aiuto del favorito, l’italiano Concino Concini, che venne assassinato da Luigi XIII e riuscire nel colpo di stato che lo portò al trono.

Luigi era un uomo solo: anche quando cercava la compagnia femminile era noioso, non sapeva corteggiare le donne e per quanto fosse anche affascinante, col pizzetto e il viso severo e allungato dalla malattia, le annoiava con i suoi lunghi racconti di caccia. La storia più intensa l’ebbe con una bellissima ragazza, Luise de la Favette, che amò dal 1635 al 1637. Era una ragazza saggia e introversa che corrispose il re con un amore mistico, tanto che si fece monaca rinunciando a lui. Questo in parte fu un bene, perchè cercava d’influenzare il re sotto la direzione della moglie Anna contro il cardinale.
Ben più che le donne amò gli uomini, tra cui ricordiamo il falconiere quarantenne che ebbe su di lui, ventenne, grande influenza, tanto da mantenere la carica di ministro del regno fino a che durò la loro storia. Amò anche il Duca di Saint Simon, padre del celebre memorialista, e in fine all’età di quarant’anni visse una storia al rovescio di quella c’ebbe in gioventù amando Henrì Coeffier de Ruzè, figlio del capitano d’Effiat, che diverrà il celeberrimo marchese di Cinq Mars.
La storia con quest’ultimo amante fu la più tormentata: Luigi s’ innamorò di questo diciannovenne quanto le belle cortigiane che se lo disputavano. Il bel giovane, così diverso dal re in quanto più raffinato, colto, bello ed estroverso, non si risparmiava: il giorno lo trascorreva col re e la notte con le belle dame. Ma il marchese era anche ambizioso, e Richelieu, sempre attento agli interessi di stato, ebbe gioco facile a incastrarlo. Il re fu costretto a farlo giustiziare dopo un complotto organizzato durante una campagna di guerra contro la Spagna, nei pressi di Perpignan.
Il periodo in cui visse Luigi XIII è quello dei celebri romanzi di Dumas, che si ispira alla realtà nel raccontare gli intrighi di corte tra principi, re e moschettieri. Il romanzo più famoso infatti si incentra sull’amore realmente esistito tra la moglie del re, Anna, e il Duca di Buckingham. Il bel Duca, pavido ma passionale, fece carte farse per stare vicino alla bellissima amatacreando conflitti tra Inghilterra e Francia - come l’attacco alla Rochelle - per aver modo di incontrarla.