Apollo-Sojuz (Test Project)




Apollo -sojuz
(Test Project) [ASTP], missione congiunta sovietico-statunitense effettuata nel luglio 1975 nell'ambito dell'accordo di collaborazione USA-URSS stipulato nel maggio 1972. Gli scopi della missione erano: la sperimentazione di un sistema di aggancio per veicoli spaziali, utilizzabile per le astronavi future e lo svolgimento in comune di esperimenti scientifici e tecnologici. L'astronave sovietica “Sojuz”  (equipaggio: A. Leonov e V. Kubasov)  fu lanciata dalla base di Bajkonur il 15 luglio 1975 alle ore 14.20 (ora italiana). Lo stesso giorno alle ore 21.50 fu lanciata dal centro spaziale Kennedy l'astronave “Apollo” (equipaggio: T. P. Strafford, comandante; V. Brand, pilota del modulo di comando; D. K. Slayton, pilota del modulo di aggancio) . L'aggancio fu eseguito alle 21.26 del 17 luglio 1975 e le due capsule hanno proseguito così unite la loro missione. Gli esperimenti e le osservazioni oggetto del programma scientifico della missione hanno riguardato l'osservazione della Terra (geologia, idrologia, meteorologia e oceanografia), l'astronomia, le scienze della vita (separazione elettroforetica di cellule viventi), la scienza dei materiali (crescita di cristalli e transizioni di fase). Dopo lo sgancio, la “Sojuz” atterrò il 21 luglio 1975 alle ore 12.51, mentre l'“Apollo” ammarò il 24 luglio 1975 alle 23.18 nell'Oceano Pacifico. L'importanza della missione ASTP sta da una parte nel fatto che due veicoli spaziali di nazionalità diversa si sono incontrati nello spazio, e dall'altra nei risultati scientifici che, insieme con i dati ottenuti nelle missioni Skylab, hanno definitivamente dimostrato che l'ambiente microgravitazionale riscontrabile a bordo di una navicella spaziale può essere utilmente impiegato per condurre esperienze o sviluppare processi non realizzabili sulla Terra.
Durante le 44 ore dell' "abbraccio" 'Apollo-Soyuz' gli astronauti e cosmonauti realizzarono esperimenti, condivisero i pasti e tennero una conferenza informativa congiunta.



29 luglio 1958



Nascita della National Aeronautics and Space Administration

La NASA fu creata in seguito all'esigenza, degli USA, di avere un proprio programma di "esplorazione spaziale". La richiesta di tale programma fu inoltrata all'allora Presidente degli Stai Uniti Eisenhower che, dopo alcuni mesi di dibattito, prese la decisione di far nascere una nuova agenzia federale civile il cui compito sarebbe stato quello di monitorare le attività spaziali, allontanando gli eventuali pericoli che avrebbero potuto minare la sicurezza degli Stati Uniti. Il 29 Luglio del 1958 Eisenhower firmò l'atto dell'avvenuta costituzione della National Aeronautics and Space Administration.