I cianobatteri



I cianobatteri (noti anche come alghe azzurre) sono microrganismi Procarioti capaci di effettuare la fotosintesi. Essi possiedono infatti clorofilla-a e utilizzano la luce come fonte di energia. In condizioni di anaerobiosi i cianobatteri sono in grado di fissare l'azoto. I cianobatteri hanno inoltre attivitą cellulari che seguono un ciclo di ventiquattr'ore e recentemente sono stati scoperti i geni responsabili di questa regolazione.

Alcune specie di cianobatteri possono produrre tossine (come microcistine, nodularine, saxitossine, cilindrospermopsina e anatossina-a) che risultano rischiose per la salute umana (specialmente per i bambini) e per gli animali domestici, soprattutto se presenti nell'acqua da bere. Le microcistine sono risultate tossiche ma non letali per molti animali acquatici; in questo modo le tossine possono trasferirsi e accumularsi pericolosamente lungo la catena alimentare. Questo problema ecologico si č posto in particolare evidenza negli ultimi anni. Per converso, alcuni peptidi prodotti da cianobatteri sono allo studio per la produzione di farmaci (anche antitumorali) e anticrittogamici.
 

u L'habitat

I cianobatteri si trovano nei pił svariati ambienti, anche estremi come deserti, zone polari, aree idrotermali, sorgenti sulfuree, acque salmastre, ecc., dalle zone tropicali a quelle polari. In aree soggette a maree e in acque basse, in laghi e fiumi, possono risultare i produttori primari principali. I cianobatteri possono anche ritrovarsi associati a piante e Protozoi; in associazione coi funghi essi formano i licheni.
 

u I fossili

I pił antichi fossili conosciuti sono ascritti spesso ai Cianobatteri. In particolare fossili di Cianobatteri sono stati ritrovati nell'antico (3,3 - 3,5 miliardi di anni di etą) gruppo roccioso di Warrawoona, nel cratone di Pilbara in Australia. Pare che a quel tempo fossero gią diffuse le comunitą cianobatteriche denominate stromatoliti. La precoce comparsa dei cianobatteri sulla Terra testimonia anche una comparsa molto veloce del processo della fotosintesi dopo l'origine della vita. Essi potrebbero comunque non essere stati i primi organismi fotosintetici: secondo un'ipotesi, i Cianobatteri e i cloroplasti delle piante superiori potrebbero derivare da un comune antenato.