Il DNA

Il DNA, o acido desossiribonucleico, è una molecola complessa, che contiene tutte le informazioni genetiche di ogni essere vivente. Dai più piccoli microorganismi, alle piante, a tutti gli animali esistenti, tutti possiedono un DNA. Una vera e propria carta d'identità, perchè appartiene a quell'essere e soltanto a lui. Per questo motivo e grazie agli avanzamenti della scienza, oggi si cerca di impostare molte indagini di polizia sulla determinazione del DNA. Anche perchè l'acido desossiribonucleico è presente all'interno di tutte le cellule e le identifica tutte come appartenenti a quel determinato individuo. La struttura del DNA è molto peculiare; è stata caratterizzata soltanto alla metà del secolo scorso (1953) da due ricercatori anglosassoni, Watson e Crick, che sono stati per questo insigniti del Premio Nobel. Il DNA è composto in sostanza da due catene di molecole, avvolte a spirale l'una sull'altra, in modo da formare una caratteristica "doppia elica". Il linguaggio del DNA è tanto semplice, quanto geniale. Le catene, infatti, sono formate da una successione di composti chimici, chiamati basi azotate. Le basi azotate esistenti sono soltanto quattro: adenina, timina, citosina e guanina. Nelle due catene del DNA sono affacciate l'una all'altra in modo da avere un'adenina a fianco di una timina della catena parallela e una citosina con una guanina; ogni coppia di basi è unita da un ponte chimico. Su ciascuna catena, ogni tripletta di basi è considerata come se fosse una lettera dell'alfabeto usato dalla genetica, per cui la successione delle basi scrive il libro che guida lo sviluppo specifico di qualunque organismo vivente e delle sue caratteristiche personali.